Bolghera logo
cerca apri menu
B maschile

Il Ks Rent comincia con il botto: battuto il Massanzago

Un inizio così era davvero difficile da pronosticare. Un Bolghera frenato dalle assenze di Mirco Cristofaletti, Davide Polacco e Mattia Delladio si impone per 3-1 sul campo della squadra che nella passata stagione ha vinto la regular season nel girone D, mettendosi in saccoccia tre punti che potrebbero valere molto alla fine della stagione. Le vere big, in questa stagione, probabilmente saranno altre, come Monselice, Montecchio e UniTrento, ma intanto il Ks Rent ha dato una dimostrazione di saper stringere i denti e sfruttare al massimo le risorse di cui dispone.

Contro un Massanzago, che, dopo aver perso in estate l’opposto Cortese, ha dovuto spostare Barutta in quel ruolo, perdendo una parte della solidità che l’aveva contraddistinto nella passata stagione, gli arancioneri si sono dimostrati molto pratici, in particolare riuscendo a commettere meno errori dei padovani nelle tre frazioni vinte. Nessun giocatore ha chiuso con numeri da urlo, ma nessuno ha steccato e questa omogeneità di rendimento è stata sufficiente in questa fase del torneo, in cui tutti i team sono dei cantieri, per creare delle insicurezze ad una squadra abituata a fare tutto a memoria.

La cronaca

Dovendo rinunciare a Cristofaletti, Polacco e Delladio, Matteo Saurini manda in campo Binioris in regia, Montermini opposto, Candeago e Frizzera schiacciatori, Bressan e Hueller al centro, Thei libero. Leandro Falcini risponde con il settetto base, ovvero Bosetti alzatore, Barutta opposto, Benetazzo e Casarin schiacciatori, Libralesso e Shadi centrali, capitan Nodari libero.

Ad approcciare meglio il match è sicuramente il Massanzago, che vola sul 6-1, sfruttando i servizi jump float corti di Libralesso, che portano due ace, ma anche due errori di Binioris e Frizzera in attacco. Il Ks Rent impiega un po’ a carburare, ma poi comincia a prendere le misure ai padovani e sul 9-6 conquista il primo break point grazie ad un’invasione del Massanzago, poi accorcia ancora le distanze con una pipe di Frizzera (12-11) e soprattutto prende fiducia. I gialloneri danno un colpo di coda con un ace di Casarin su Candeago, ma a rovinare i loro piani ci pensano le battute di Binioris, che dopo un ace corto, continua a mettere in difficoltà la ricezione di casa: Hueller mura Shadi, un pallonetto di Candeago va a segno ed è il sorpasso: 15-16. Il copione si ripete nel finale, dato che dopo un ace di Benetazzo su Candeago (20-18), il Ks Rent decolla, sfruttando una pipe lunga di Benetazzo, un muro di Bressan su Casarin e un attacco di Binioris. Il 20-22 diventa poi un 21-24 grazie ad un altro errore di Casarin, l’ultimo punto è di Candeago e fissa il 22-25, che gela Massanzago.

Dopo il cambio di campo i gialloneri appaiono ancora frastornati e il Bolghera ne approfitta per costruirsi subito un vantaggio di 1-5, sfruttando le jump float di Montermini come aveva fatto nella parte finale della frazione precedente, ma anche un’alzata di Bosetti a metà strada fra due giocatori, un attacco e uno smash di Frizzera. Il Massanzago reagisce e, seppur a piccoli passi, rimonta, appoggiandosi molto su Barutta, coronando la rincorsa sull’8-8, ma non riesce a mettere in campo la regolarità di gioco vista nella stagione passata e riprende a commettere errori. Pesante quello di Benetazzo in pipe (11-13), che dà il la ad un altro allungo arancionero, poi alimentato da un attacco vincente di Frizzera e da un muro di Candeago in raddoppio al centro su Shadi. Il 12-16 mette un’ipoteca sul successo finale. Falcini toglie il centrale e Benetazzo (dentro Calzavara e Girotto) e con il nuovo assetto il Btm riesce a riportarsi sotto, prima fino al 18-21, poi fino al 20-21 grazie ad un errore di Montermini in attacco e ad un’invasione di Bressan. Il time out di Saurini riporta la concentrazione nelle file degli arancioneri, che si sbloccano con un muro del “Caio” e poi scattano sul 21-12 con uno di Candeago su Barutta. Massanzago riesce ad annullare i primi due set point, ma il terzo no. Un primo tempo di Bressan blinda infatti il 23-25 finale.

I padovani sono con le spalle al muro. Nel terzo set si giocano la carta Girotto in banda, al posto di Casarin, e confermano Calzavara al centro in diagonale con Libralesso. La loro partenza è confortante e mette rapidamente in sicurezza la frazione, come dimostrano i punteggi di 3-1, 7-3 e 10-6. Il Bolghera appare poco brillante e comincia a commettere troppi errori: saranno 9 al termine del set. Sul 15-8 Saurini opera il doppio cambio, inserendo Daniele Tomasi e Alberto Sartori al posto di Binioris e Montermini, ma lo svantaggio non è più colmabile. Sul 18-11 si annota una chicca, un punto realizzato da Thei con un attacco piedi a terra. Il finale della frazione vede comunque il Ks Rent ritrovare un po’ di regolarità nel proprio gioco, che gli permette di ridurre lo svantaggio: il 19-16 e il 23-19 sono firmati da Sartori, ma Massanzago chiude sul 25-21 grazie ad un errore di Candeago.

La gara è cambiata o si tratta solo di un temporaneo passaggio a vuoto dei ragazzi di Saurini? Sta al quarto set stabilirlo e le premesse sono ottime, visto che dopo pochi scambi il punteggio è già sul 3-6, grazie ad un errore di Girotto, una pipe di Frizzera e un tocco di Binioris. L’attacco sull’antenna di Barutta, l’unico continuo nelle file padovane, insieme ai centrali Libralesso e Calzavara, vale il 4-8, che infonde energia al Bolghera. Nella parte centrale del set il Massanzago dà tutto quello che ha per cercare di riaprire i giochi e riesce a rimontare, grazie a due passaggi a vuoto di Frizzera (ace subito ed errore in attacco), portandosi prima sul 9-10 e poi sul 14-13, a causa di un altro errore di Frizzera e di una stoccata di Barutta. L’incertezza sulle sorti della frazione e della partita dura fino al 16-16, quando il Bolghera riesce a costruire la serie che vale la vittoria. In battuta c’è Candeago e il cambio palla del Btm va in crisi, prima con un maldestro primo tempo out di Calzavara, poi con un attacco e un muro di Montermini su Girotto, infine con un errore in attacco di Sartore, che era entrato poco prima attraverso un doppio cambio a dir poco infelice. Sul 16-20 basta amministrare la situazione e il Ks Rent lo fa anche con il contributo di un ace di Montermini in zona di conflitto. Il punto del 22-25 è frutto di mani e out di Candeago.

Il tabellino completo
Fotoservizio di Michele Frizzi

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,641 sec.