Bolghera logo
cerca apri menu
B maschile

Anche il Casalserugo cade al PalaClarina, sono cinque di fila

L’impeccabile girone di ritorno del Ks Rent viene confermato dal successo per 3-1 conquistato sabato scorso ai danni del Casalserugo, formazione di livello tecnico certamente inferiore e impelagata nella zona retrocessione dall’inizio del torneo, ma comunque ancora combattiva e determinata a lottare fino all’ultimo. Gli arancioni hanno dominato il primo, il terzo e il quarto set, concedendosi una pericolosa pausa nel secondo, iniziato in maniera troppo molle per poter pensare di riprenderne il controllo nel finale. Il 3-1 permette al Bolghera di conservare il quarto posto davanti a squadre di alto livello come Treviso, Valsugana, Montecchio e Trebaseleghe, in un contesto che sta isolando le ultime cinque in fondo alla classifica, alle quali ora servirà un mezzo miracolo per evitare la retrocessione in serie C.

Sabato il Ks Rent ha dominato in attacco (49% contro 38% e ben 18 punti di differenza), ha battuto molto meglio (5 ace contro 1) e ricevuto in maniera più precisa (60% contro 49%), pagando dazio all’Aduna solo a muro (6-10), fondamentale nel quale il centrale Lorenzo Tizzo ha fatto veder ottime cose (6 block). In attacco hanno brillato soprattutto Montermini (ottimo 66% per lui) e Polacco (55%), in una giornata in cui Candeago ha faticato più del solito. Poco incisivi in attacco anche i due centrali Bressan e Hueller (9 palloni su 24 a terra), ma questo aspetto non ha inciso più di tanto sull’esito del match, almeno quanto l'efficacia, costante, della gabbia muro difesa di casa.

La cronaca

Il Bolghera inizia la sfida con il settetto base del girone di ritorno, non potendo ancora contare su Giovanni Frizzera, mentre il Casalserugo si affida alla diagonale composta da Giovanni Favaro (palleggiatore) e Tomislav Maniero (opposto), in banda ci sono Manuel Matterazzo e Riccardo Pravato, al centro Lorenzo Tiozzo e Luca Sartorato, il libero è Lorenzo Rabacchin.

Il Ks Rent impiega qualche scambio per carburare e trovare il proprio passo. Tre muri dell’interessante centrale Lorenzo Tiozzo e un errore di Binioris permettono all’Aduna di portarsi sul 5-7 e alimentare qualche speranza di giocarsela alla pari, ma poi entra a regime anche la squadra di casa e le differenze emergono con chiarezza. Con Hueller al servizio gli arancioneri lavorano bene a muro e in difesa e costringono per due volte all’errore i padovani, oltre a vincere un contrasto (10-7). Un ace del regista Favaro illude l’Aduna (10-9), poi Montermini scaglia a terra la palla del 14-11 e Matterazzo viene ingabbiato senza pietà (muro ed errore per il 16-11). Il Ks Rent domina e allunga con i servizi di Binioris (ace sul libero Rabacchin, attacco e muro di Montermini, attacco di Candeago), andando poi a chiudere con i primi tempi di Hueller e l’errore finale del neo entrato Mazzaro: 25-15.

Forse immaginando di poter disporre dell’avversario senza problemi, il Bolghera approccia male la seconda frazione, trovandosi subito sotto per 0-3, soprattutto a causa dei propri errori in battuta (Polacco) e in attacco (Montermini). Casalserugo ci crede e allunga con un attacco di Pravato, così sul 3-7 gli arancioneri devono provare a dare un’accelerata, ma lo sforzo produce appena due break point nei 13 turni al servizio che seguono. Troppo poco per agguantare un avversario, che lavora molto bene in fase di cambio palla, distribuendo i carichi di attacco, e che reagisce ogni volta che il Ks Rent si avvicina: al 13-14 di Polacco risponde 13-16 di Maniero, poi tocca a Sartorato, che vince un contrasto, e a Pravato, che mura Montermini, creare quel margine di sicurezza (17-22) che i trentini non riescono più ad erodere. Due buoni servizi di Montermini permettono ai ragazzi di Saurini di avvicinarsi (21-23), ma è tardi per completare la rimonta. Un servizio out e un attacco di Matterazzo pareggiano i conti sul 22-25.

Pagato dazio alle leggerezze commesse in avvio del set precedente, il Bolghera comincia il terzo con ben altro piglio. Polacco e Candeago danno il primo colpo di acceleratore (4-1), poi annullato dalle infrazioni di Montermini (da seconda linea) e Binioris (invasione). È l’unico momento di equilibrio, perché poi Hueller e Candeago rispondono sempre presente e confezionano i punti dell’11-6, aiutati dalle ricezioni imprecise di Matterazzo e poi anche da un errore di Maniero. Di errori ne commette anche il Bolghera (11-9), ma il terzetto di palla alta funziona e Polacco decide di mettere la sua firma in calce alla frazione, realizzando i punti del 16-11 (ace), 19-13, 21-15 e 23-18, affiancato da un affidabile Montermini, che contribuisce con altri tre attacchi, l’ultimo dei quali vale il 25-19.

Sono ancora le difficoltà di Matterazzo a fare le fortune del Ks Rent in avvio di quarto set, dato che lo schiacciatore viene murato da Binioris, poi sbaglia il servizio e infine manda una difesa sul soffitto (5-3). Il Bolghera sa che con muro e difesa può fare la differenza e proprio una super copertura di Thei dà il la al punto di Candeago, poi seguito da un pesante errore di Sartorato in primo tempo e da un ace di Binioris su Matterazzo. Sul 9-4 il parziale è già nelle mani del Bolghera, che poi allunga con Montermini (12-6), regala qualche flebile speranza all’Aduna con due passaggi a vuoto di Candeago (pipe in rete e muro di Tiozzo), ma poi vola via grazie a Montermini e alle evidentissime difficoltà di Matterazzo, che commette due errori in attacco e si fa murare di nuovo da Binioris. Sul 16-9 i giochi sono fatti. Polacco è protagonista dell’allungo da 20-15 al 23-15, poi il Ks Rent si siede per un po’ (23-18), andando a chiudere la contesa con due attacchi di Montermini: 25-19.

Il tabellino completo

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,484 sec.