Bolghera logo
cerca apri menu
B maschile

Il derby con il Lagaris regala i tre punti al Ks Rent

Nonostante la ruggine accumulata in poco meno di un mese di sospensione dell’attività agonistica, il Ks Rent Bolghera ieri sera è riuscito a riassaporare il gusto di una vittoria, che mancava dal lontano 30 ottobre, quando gli arancioni superarono il Cavaion al tie break. Per trovare un successo da tre punti bisogna invece risalire a sette giorni prima, cioè al 23 ottobre, quando Consolini e compagni batterono a domicilio il Cazzago. Il 3-0 conquistato nel derby di ieri ai danni di un Policura Lagaris, che ha lottato come un leone nella prima frazione, ma poi è uscito rapidamente di scena, regala alla squadra di Saurini un po’ di ossigeno dopo un'apnea fin troppo prolungata, anche se il cammino verso la salvezza rimane ancora lungo.
Ieri sera il Ks Rent non ha trovato solo i tre punti, ma anche un giocatore che potrebbe rendersi molto utile nel girone di ritorno, l’opposto padovano Massimo Maniero, tesserato a metà dicembre, ma testato sul campo (dopo la fugace apparizione di Grassobbio) solo in questa occasione. Al di là del suo score personale, ha fatto sentire sotto rete tutta la propria fisicità, creando comunque dei problemi ai giovani lagarini. Una risorsa in più che potrebbe risultare molto utile.
La gara si è risolta, come accennato, nel primo set, chiuso ai vantaggi. Poi i gialloverdi hanno perso fiducia, sono calati in ricezione e non sono più riusciti a costruire il proprio gioco. Rimangono quindi ancora fermi a zero sia per quanto riguarda i punti in classifica sia per quanto riguarda i set conquistati.

La cronaca

Il Bolghera inizia con Consolini regia, Maniero opposto, Polacco e Dietre in banda, Bressan e Paoli al centro, Pedrolli libero. Il Covid-19 ha messo fuori causa i vari Thei, Zoppellari e Finke e costretto alla quarantena Nanfitò. Dall’altra parte della rete Gagliardi, che deve rinunciare all’opposto Valkovets, ai due Zanettin e a Calcinardi (presente in panchina), se la gioca con Antoniazzi al palleggio, Montermini opposto, Frizzera e Lorenzi in banda, Deganello e Targa al centro, Ferrari libero.

L’avvio del match è nel segno dell’equilibrio. Le due squadre non arrivano certo all’appuntamento con tante sicurezze e faticano a darsi continuità di rendimento. Il primo allungo è del Lagaris (2-6), che riesce a sfruttare la buona vena dell’opposto Luca Montermini, a segno per ben tre volte, e due errori di Samuel Dietre, che deve ancora calarsi nel match. Il primo segnale di reazione lo dà un muro di Bressan, ma fino al 6-9 giocano meglio i roveretani, poi un time out di Matteo Saurini dà la sveglia al Bolghera, che con le battute dello stesso centrale di Fraveggio si lancia sull’11-9, sfruttando un ace su una ricezione in palleggio di Frizzera, un muro e un attacco di Paoli, a conferma del peso che esercitano i posti-3 orange in questa fase.
Il Lagaris tiene botta, affidandosi alla difesa e al duo Montermini - Frizzera (14-15), ma viene immediatamente ripreso: 17-15 con un ace di Maniero. Nel finale il Ks Rent si appoggia alla buona vena di Polacco, ma sul 22-20 due errori in attacco rimettono tutto in discussione. Sul 23 pari Montermini regala l’unico set ball della serata ai roveretani, annullato da Dietre, i break decisivi sono ancora dei centrali Paoli (ace su Braito, 25-24) e Bressan (muro su Lorenzi per il 27-25).

La resistenza del Lagaris si esaurisce sull’ultimo punto della prima frazione, perché poi in campo c’è solo il Bolghera. Eloquente il 6-2 con il quale comincia la seconda, frutto di un errore di Montermini, di un muro di Maniero e di due primi tempi di Bressan, a dimostrazione di quanto scivoli via fluida la fase break dei padroni di casa. Fino al 15-9 il Policura conquista un solo break point, grazie ad un ace di Deganello, mentre dall’altra parte della rete Polacco e Dietre passano con continuità, aiutati dal fatto che il muro roveretano deve marcare Paoli e Bressan. Sul 16-9 il Ks Rent si costruisce altri quattro break point con due ace dello stesso Paoli e un muro di Bressan, creando una voragine fra le due formazioni: 19-9. Una serie di errori accompagna al secondo cambio di campo, ultimo punto un ace di Consolini su Braito.

Il terzo set non è molto diverso dal secondo. Il Bolghera parte avanti 3-0 con Polacco sugli scudi, un muro di Paoli al centro fa 5-2 e sul’8-5 ci pensano le battute di Dietre a paralizzare il cambio del Lagaris: due errori in attacco, due smash di Bressan, un attacco di Polacco e addirittura una difesa di Maniero creano nuovamente un enorme divario fra le due formazioni, che dal 14-5 in poi giocano solo per arrivare a fine match. Qualche errore di troppo degli arancioni dà un po’ di fiato agli ospiti (tre di fila per il 17-9), ma poi si arriva rapidamente sul 25-15, frutto di un servizio in rete di Targa, che aveva realizzato un ace un attimo prima.

Il tabellino

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.