Bolghera logo
cerca apri menu
B maschile

Al PalaClarina è battaglia, il Bolghera la spunta al tie break

Deve sudare sette camicie il Ks Rent Bolghera per iniziare il campionato con un successo e rintuzzare gli assalti di un Valtrompia coriaceo, capace di risollevarsi più volte. Rispetto allo scorso anno, quando Consolini e compagni ebbero la meglio in due occasioni su due per 3-1, i bresciani sembrano più equilibrati, ben orchestrati dal regista bolzanino Luca Spagnuolo, ieri particorlmente abili a limitare gli errori (8 in attacco e 8 al servizio contro i 13 e 13 degli arancioni) e ad avere la meglio a muro (13-11) contro un team che fa di questo fondamentale uno dei propri punti di forza. Gli arancioneri hanno però ricevuto (68%-54%) e attaccato (49%-47%) meglio e difeso di più, procurandosi molte più palle break, un fattore che alla fine ha fatto la differenza. Il 3-2 (25-19, 15-25, 25-21, 21-25, 15-13) finale rappresenta comunque un buon bottino, anche in ragione del fatto che la squadra di Matteo Saurini ha appena iniziato a inserire nei propri meccanismi di gioco due attaccanti di palla alta su tre, Dietre e Gasperi.

La cronaca

I padroni di casa cominciano il match con Consolini al palleggio, Gasperi opposto, Cristofaletti e Dietre in banda, Paoli e Bressan al centro, Thei libero, impegnato a tempo pieno dato che Andrea Pedrolli ha dovuto marcare visita a causa di un attacco influenzale. Valtrompia risposonde con Spagnuolo al palleggio, Burbello opposto, Sorlini e Montanari in banda, Agnellini e Signorelli al centro, Rosati libero.
Sono gli errori a fare la differenza in avvio (8-6 per il Bolghera), quelli dei centrali Signorelli e Agnellini, poi Gasperi vuole dimostrare di essersi già calato nella nuova parte di opposto attaccando e battendo con grande efficacia, dato che i punti numero 14, 15, 16 (ace) e 17 sono tutti farina del suo sacco. I bresciani riescono a ridurre a 2 il gap con Spagnuolo al servizio (attacco di Sorlini ed errore di Cristofaletti), ma poi un contrasto vincente di Cristofaletti e due tocchi decisivi di Paoli (primo tempo e muro al centro su Signorelli), che valgono il 24-17, portano già la testa di tutti al set successivo.

Dopo il cambio di campo il match si trasforma. Gli ospiti cominciano a forzare il servizio e il Bolghera a soffrire le jump float avversarie, trovando nel contempo grosse difficoltà ad eseguire la fase break. Un ace di Signorelli su Cristofaletti vale il 4-6, ma è con il turno al servizio di Spagnuolo che Valtrompia mette le mani sulla frazione, piazzando tre break point con Gasperi (errore), un ace su Cristofaletti e un errore dello stesso numero uno orange. Un fallo in ricezione di Thei fa 7-13, pareggiato da una “doppia” dell’altro libero Rosati, poi quando va sulla linea dei nove metri Gamba, inserito solo per servire, il Ks Rent sparisce dal campo, punito dai muri di Signorelli e da un errore di Gasperi (10-18). Si scivola rapidamente verso il 15-25 finale.
Il black out della seconda frazione sferza il Bolghera a reagire nella terza. Stavolta sono i trentini ad ottenere buoni frutti dalla battuta, potandosi a casa i primi tre break point con Cristofaletti (muro), Montanari (attacco in rete) e Paoli (ace), tanto che Peli deve già utilizzare il primo time out sul 7-2. L’opposto Burbello si carica la squadra sulle spalle e la porta fino all’11-9, restituendole coraggio, e nel turno al servizio dello stesso numero 5 bresciano le contendenti tornano addirittura in parità (12-12), grazie al muro di Spagnuolo su Dietre e all’errore di Gasperi. La battaglia diventa furiosa, al muro di Signorelli (13-14) risponde quello di Paoli (17-16), un errore di Gasperi vale il 17-18, controbilanciato da quello di Montanari (19-18). Sul 21-20 Bressan chiude in primo tempo una bella azione break, poi, sul 23-21, un muro di Dietre su Sorlini e un errore di Burbello fanno 25-22.

Il Valtrompia non si abbatte e nel quarto set schiuma rabbia, ma il Ks Rent riesce a controllarlo agevolmente fino al 18-15, giocando una pallavolo ordinata, basata sull’equilibrata distribuzione dei carichi di attacco di Mattia Consolini, che tiene caldi tutti i propri compagni. Ai bresciani vengono concessi solo due break point, un errore di Gasperi, comunque molto continuo nella frazione, e un discutibile smash di Agnellini sullo stesso Consolini che stava palleggiando a filo rete. Sul più bello, quando il Bolghera sembra avere il 3-1 in mano, la squadra di blocca. Con Burbello al servizio gli ospiti vallo al sorpasso (18-19), sfruttando un errore di Gasperi, un attacco di Montanari, un muro al centro di Signorelli su Paoli e una pipe di Sorlini; un attacco di Sorlini e una pipe in rete di Cristofaletti mandano Valtrompia sul 20-23, chiudono lo scatenato posto-4 Sorlini e Gasperi (errore).

Si va al tie break. L’impatto migliore con la roulette finale lo hanno i bresciani (1-4) grazie a Burbello e Montanari. Il Bolghera continua a faticare troppo per metter la palla a terra, ma gli vengono in aiuto un errore di Burbello (5-5) e un clamoroso fraintendimento dei giocatori ospiti su un innocuo appoggio di Cristofaletti, che viene lasciato cadere nei pressi di Spagnuolo (7-6). È il segnale che il vento è girato: con i servizi di Bressan il Ks Rent trova il muro di Paoli su Burbello, che poi sbaglia in attacco (10-7), ma il Valtrompia non si arrende e recupera con un muro di Signorelli su Cristofaletti (11-10) e con un ace di Gamba su Dietre (13-13). A quel punto un primo tempo e un muro al centro su Signorelli, entrambi di Bressan, decidono tutto in pochi secondi: 15-13 e fine delle trasmissioni.

Il tabellino

Elenco degli argomenti delle notizie:

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.